Inglese per la scuola dell’infanzia 

 

TurCat College

Acquisire l’inglese in modo profondo e stabile, generando comprensione e produzione linguistica con un metodo che sfrutti le capacità naturali dei bambini ad assorbire il linguaggio.
Nel periodo dell’infanzia, la conoscenza linguistica non viene trasmessa attraverso esercizi di natura didattica ma è il bambino stesso che se ne appropria così come avviene  con le abitudini e i costumi della gente con cui vive.
In questo processo di acquisizione non v’è nulla di ereditario. Il bambino assorbe dall’ambiente che gli è intorno e plasma da se stesso la capacità di esprimersi.
Se gli adulti imparano attraverso l’attenzione, lo sforzo di volontà, l’intelligenza, come si può comprendere la facilità con la quale un fanciullo apprende il linguaggio? La spiegazione risiede nella qualità della mente del bambino, caratterizzata da poteri tutti diversi rispetto agli adulti. E’ ormai scientificamente provato che un bambino sotto i tre anni può parlare qualsiasi numero di lingue siano usate nel suo ambiente. E’ per questo che prima si comincia ad “ascoltare” l’inglese, meglio sarà. I laboratori de Lagattaturchina intendono offrire ai bambini la possibilità di apprendere la lingua inglese con la semplice pratica “del fare”, esattamente come si usa con la lingua madre. Si svilupperanno quindi principalmente le abilità linguistiche dell’ascolto e della conversazione.
Il laboratorio sarà gestito interamente in lingua e al termine del percorso i bambini sapranno interagire con l’insegnante direttamente in inglese.
La produzione orale sarà semplice. La comprensione sarà invece di livello superiore rispetto alla produzione e non passerà attraverso la traduzione.
L’inglese sarà quindi utilizzato come mezzo di comunicazione per svolgere le diverse attività: la lingua non sarà presentata come il fine da raggiungere, ma come il mezzo di comunicazione utilizzato per raggiungere finalità diverse. Si inizierà con istruzioni semplici per arrivare alla formulazione di frasi più complesse. Metodologicamente si prediligerà un approccio eclettico, si utilizzeranno quindi varie strategie, in alternanza, per mantenere vivo l’interesse dei bambini, in particolare, per stimolare la produzione orale, si prediligerà il cooperative learning.