Il teatro per la scuola secondaria

 


“Chi è di scena?”

 Il Teatro e il Movimento scenico-creativo per la scuola secondaria I grado

L’attività teatrale, considerata una delle più nobili arti, coinvolge ed integra armoniosamente in sé diverse discipline offrendo una vasta possibilità di conoscenza e di sperimentazione a chi decide di approcciarvisi. Durante il delicato periodo dell’adolescenza, tale opportunità assume un valore fondamentale. Sullo spazio vivo del palcoscenico, i ragazzi vengono costantemente stimolati e messi alla prova, chiamati a partecipare e a condividere dubbi, proposte e domande. L’invito al pensiero critico-creativo è continuo. Tramite la scoperta di personaggi, passaggi testuali e situazioni sceniche, i ragazzi, si confrontano e scoprono i diversi punti di vista, che possono celarsi dietro un’idea o un’immagine. È implicito il confronto, oltre che con se stessi, con gli altri, con il gruppo. Ogni compagno, viene visto come parte integrante e indispensabile. La diversità si fa ricchezza e la cooperazione si fa forza e crescita. Le inibizioni, perché si sciolgano e perdano parte del loro peso, necessitano di un clima armonioso, soprattutto durante il periodo dell’adolescenza e della pre-adolescenza, quando il paragone con i coetanei e il timore della critica è costante. Il teatro dà l’opportunità di conoscersi e di affrontare le proprie insicurezze e le proprie paure nel modo più armonioso possibile. Infatti il palcoscenico è un luogo “magico”, dove è lecito liberarsi di tutte le maschere che la società e che “gli altri” impongono. È un luogo dove si puòrientrare in contatto con se stessi riappropriandosi e vivendo tutte quelle emozioni che troppo spesso si è portati a nascondere, per paura o per vergogna.

I laboratori inizieranno con alcune lezioni introduttive. Gradualmente, si passerà ad uno studio (man, mano più approfondito e graduato in base alla risposta della classe) della disciplina teatrale e del lavoro dell’attore: conoscenza degli spazi e adattamento ad essi; coscienziosità critico-testuale necessaria per l’interpretazione; introspezione necessaria per l’immedesimazione; strumento-voce; strumento-corpo; comprensione delle sequenze logiche; rispetto delle regole e del silenzio; pratiche inerenti la messa in scena.

Il lavoro sul testo da rappresentare sarà concentrato nella parte centrale dell’anno. Durante le lezioni, ai momenti di specifiche nozioni teatrali e di approfondimenti sul testo, si alterneranno momenti di improvvisazione creativa e tematica e momenti giocosi.

I laboratori si concluderanno con la messa in scena di una rappresentazione teatrale

 

Per l’anno scolastico 2018-2019 le insegnanti, in accordo con l’Associazione e in coerenza con l’offerta formativa della scuola, potranno scegliere tra i seguenti programmi:

Scheda C 1: Libertà d’essere magici  – L’isola delle possibilità

Scheda C 2: Storie e memorie, andata e ritorno  – Pagine di ricordi

Scheda C 3: Eroi di ieri e di oggi –  Storie che insegnano a vivere

Scheda C 4: Boschi incantatiI libri aiutano a crescere

Scheda C 5: Ovunque: il teatro di ieri e di oggiLa vita del palcoscenico

 

Per info progetto completo e costi

06.45494308 – 06.45497447
info@gattaturchina.it